Gemellopoli - La città dei gemelli e delle gemelle

:: In primo piano ::


:: GEMELLOPOLI ::


Siti Amici


Se volete far parte di Gemellopoli basta inviare una foto dei gemelli/e (indicando i loro nomi, il cognome, la data e il luogo di nascita) al seguente indirizzo di posta: info@gemellopoli.it



Gemelli separati alla nascita, uno ebreo, uno nazista



Gemelli separati da neonati, cresciuti uno ebreo e uno nazista. È l’incredibile storia dei fratelli Oskar Stohr e Jack Yufe, morto mercoledì a San Diego, all’età di 82 anni.
OSKAR E LA GIOVENTU’ HITLERIANA
Nati a Trinidad nel gennaio del 1933, i fratelli Jack e Oskar presero strade diverse quando avevano appena sei mesi, dopo la separazione dei loro genitori. Oskar andò in Germania con la madre cattolica, Elizabeth. Era bambino durante il regime nazista e fu istruito dalla nonna a non rivelare che suo padre fosse ebreo, per poter sopravvivere. Così fece, tanto che si unì anche alla Gioventù hitleriana.
JACK E IL LAVORO IN UN KIBBUTZ
Nel frattempo Jack non ebbe particolare consapevolezza dell’essere ebreo fino a quando non si trasferì da Trinidad al Venezuela per vivere con una zia che era stata a Dachau ed era l’unica parente europea sopravvissuta all’Olocausto. Fu lei a suggerire a Jack di trasferirsi nel neonato Israele, dove arrivò all’età di 16 anni, lavorò in un kibbutz e prestò anche servizio militare. Nel 1954 era diretto negli Usa ma decise di fermarsi in Germania per conoscere il fratello.
IL PRIMO FALLIMENTARE INCONTRO
I gemelli si incontrarono per la prima volta all’età di 21 anni all’aeroporto di Francoforte. Raccontarono che pur non essendosi mai frequentati, fu come guardarsi in uno specchio: la stessa camicia blu, la stessa cadenza nel parlare, seppure due lingue diverse. Proprio questa fu la prima barriera. Entrambi conoscevano l’yiddish, ma Oskar mise subito in chiaro che non voleva che nessuno sapesse che era ebreo. Le loro somiglianze erano soprattutto caratteriali, ma questo non bastò a tenerli insieme. Non si rividero per 25 anni. Nel 1979, con il pretesto di uno studio che prendeva in esame parallelismi e differenze fra cresciuti divisi, ci fu un nuovo incontro ed entrarono a far parte della ricerca. Stessi baffi, stessa camicia, modelli di pensiero simili e stesse manie: la passione per il cibo piccante e l’abitudine di tirare lo sciacquone prima di andare in bagno
SU DI LORO UN DOCUMENTARIO
Il loro rapporto non è mai stato disteso. Della loro storia si sono occupati anche un documentario della Bbc e un libro. Stohr, che ha trascorso molti anni lavorando nelle miniere, è morto per cancro ai polmoni nel 1997. Yufe non ha partecipato ai funerali. Lui, a San Ysidro, si occupava di un business di successo: la vendita di jeans e stivali da lavoro ai contadini dal retro del suo furgone e poi in un negozio, El Progreso. Ha lavorato tutti i giorni fino all’età di 80 anni.

fonte: http://www.lastampa.it/2015/11/12/esteri/morto-uno-dei-gemelli-yufe-separati-da-neonati-uno-crebbe-ebreo-e-laltro-nazista-a4K8EZg5TLYLX6m0icl6UI/pagina.html


:: Inizio pagina ::